Scuola dell'infanzia G.Roi

Potenziamento dell’offerta formativa

Progetti e Atelier

Progetti

Atelier

è il luogo delle esperienze nuove e delle scoperte, delle curiosità e dei problemi da risolvere. Guardare, stupirsi, curiosare, provare e riprovare, concentrarsi, esplorare, porsi problemi e cercare delle soluzioni, agire con calma senza l’assillo di un risultato ad ogni costo: questo è l'atelier.

Uscite didattiche

le uscite didattiche sul territorio avranno finalità culturali o naturalistiche .

Proposte 2021/2022

Progetto di inglese: "Let's have fun"

La mattina dedicata all’ inglese sarà interamente in lingua dall’accoglienza al pranzo e potrà coinvolgere alternativamente l’attività motoria piuttosto che un atelier o un laboratorio che verranno quindi svolti in lingua. Si vuole così proporre una modalità esperienziale di approccio alla lingua inglese strettamente connessa all’agire del bambino.

Obiettivi:     

  • avvicinare i bambini con modalità giocosa alla conoscenza di questa seconda lingua attraverso la narrazione e l’esperienza del quotidiano; 
  • favorire l’ esprimersi nella lingua straniera.   

Periodo: da ottobre a maggio   

Bambini coinvolti: piccoli, medi e grandi.   

Progetto Atelier dell'arte e della scienza: "L'esploratore che è in me"

Nello spazio/tempo di ATELIER verrà dato ampio spazio a tutte le tipologie di attività che consentano ai bambini di esplorare, esprimersi e comunicare il loro mondo interiore emozionale e affettivo nonchè cercare risposte a domande e curiosità.

Poter rivalutare attese e tempi da rispettare, scoprire e aprirsi “al nuovo e all’inesplorato”, sviluppare spirito di osservazione, sensibilità e spirito critico sono gli obiettivi principali.
L’atelier diventerà quindi un’occasione per sviluppare forme di conoscenza multiple che interagendo permetteranno lo sviluppo di capacità espressive, creative, linguistiche, logiche e manipolative. L’approccio ludico guiderà ogni percorso scelto: giocando, “pasticciando” con colori e materiali di vario genere ogni bambino troverà un “canale” per esprimere la sua creatività senza essere “giudicato”.

 

Progetto di educazione affettivo-relazionale: "Girotondo di suoni e di emozioni"

Laboratorio affettivo-relazionale attraverso il linguaggio musicale. Il laboratorio mira alla creazione di uno spazio-tempo privilegiato di accoglienza e ascolto profondo di ogni bambino. Ciò che contraddistingue questo percorso originale e innovativo è l’utilizzo del linguaggio musicale non con finalità “produttive” e performanti  ma specificatamente con finalità espressive e comunicativo-relazionali: la musica diventa il mezzo perfetto per favorire in cui ogni bambino la  sperimentazione dei suoi talenti in un contesto empatico di accoglienza.

Il laboratorio, privilegiando il linguaggio musicale, persegue obiettivi generali che coinvolgono la globalità dello sviluppo armonioso del bambino :

  1. sviluppo cognitivo: sviluppo della memoria, dell’attenzione, del ragionamento, del linguaggio, delle capacità di apprendimento;
  2. sviluppo psicomotorio
  3. sviluppo emotivo-relazionale: sviluppo dell’autostima, dell’equilibrio psicofisico, delle capacità relazionali, delle capacità comunicative, delle capacità di alfabetizzazione emozionale.   

Obiettivi: 

  • creare uno spazio-tempo privilegiato di accoglienza e ascolto profondo di ogni bambino
  • utilizzo del linguaggio musicale non con finalità “produttive” ma specificatamente per la sua valenza espressiva e  comunicativo-relazionale

Periodo: tre mesi in corso d’anno                                       

Bambini coinvolti: piccoli, medi e grandi divisi per fascia d’età

Insegnante: dott.ssa DALL’OSTO CARLA, psicologa e musicista

Progetto "Orto e giardinaggio"

 I bambini potranno sviluppare percezioni sensoriali legate all’ambiente naturale, un luogo nel quale già da bambini s’impara il rispetto dei tempi della natura e si scopre la magia e il mistero della nascita. L’orto rappresenta per i bambini lo spazio-esperienza dell’emozione e della meraviglia, il luogo dove entrare in contatto con la natura e con il proprio corpo.

Obiettivi:

  • conoscere il ciclo di vita di ortaggi e fiori dal seme al frutto
  • promuovere la cura e il rispetto della natura.

Periodo: da ottobre a maggio, a seconda dei lavori stagionali necessari

Bambini coinvolti: piccoli, medi e grandi.

 

Progetto biblioteca: "Amico libro"

Tale progetto riguarda:

  1. la creazione di una biblioteca per la scuola dell’infanzia con prestito settimanale a casa
  2. la promozione della lettura collettiva con la realizzazione di un progetto lettura e di drammatizzazione  per affrontare varie tematiche importanti per la crescita del bambino (esempio: nascita, crescita, morte, amicizia, emozioni, ecc. …)
  3. attività di costruzione del libro per stimolare fantasia e creatività ed unire manualità e tecnologia.

Obiettivi

  • familiarizzare con il libro anche attraverso un approccio sensoriale
  • educare all’ ascoltare un testo narrato
  • prestare attenzione alle immagini e saperle interpretare,
  • lasciarsi coinvolgere dalla narrazione,
  • cogliere significati del lessico e delle sequenze,
  • riconoscere ed esprimere i propri sentimenti ed emozioni comunicandoli e condividendoli con i presenti (narratore e compagni),
  • provare piacere nel partecipare alle proposte di lettura animata ed ad eventuali attività ad esse correlate.

Periodo: da ottobre a maggio

Bambini coinvolti: piccoli, medi e grandi.

 

Progetto gioco motorio

E’ lo spazio in cui promuovere la pratica motoria in un percorso che attraverso il gioco con il corpo contribuisca allo sviluppo dell’identità corporea e alla scoperta del mondo.   Le abilità motorie fondamentali, equilibrio, locomozione e differenziazione motoria servono ai bambini come strumenti per percepire il mondo materiale, personale e sociale. Il campo d’esperienza della corporeità e della motricità contribuisce alla crescita e alla maturazione complessiva del bambino, promovendo la presa di coscienza del valore del corpo inteso come una delle espressioni della personalità e come condizione funzionale, relazionale, cognitiva, comunicativa e pratica da sviluppare in ordine a tutti i piani d’attenzione formativa.

La forma privilegiata d’attività motoria è costituita dal gioco in tutte le sue  forme . Il bambino sperimenterà sé stesso e tutto ciò che lo circonda attraverso il gioco ed il movimento del suo corpo passando: dai giochi liberi a quelli di regole; dai giochi con materiali a quelli simbolici; dai giochi d’esercizio a quelli programmati, dai giochi imitativi a quelli popolari e tradizionali

Obiettivi:

  • contribuire alla maturazione psicomotoria complessiva del bambino (coordinazione, equilibrio, autocontrollo motorio, orientamento, …)
  • promuovere la presa di coscienza del valore del proprio corpo (identità) 

Periodo: da ottobre a maggio 

Bambini coinvolti: piccoli, medi e grandi.